Info
DELUX
Lo spettacolo sta per cominciare. La valigia e il cappello del mago sono già in scena. Il pubblico del mago sta entrando, e ci sono persino gli aiutanti del mago, o forse sono le maschere del teatro o i custodi. Insomma c’è proprio tutto, manca solo il mago. E sarebbe un bel guaio se non fosse che le maschere di turno sono Luca e Tino, alias i Lucchettino – già vincitori del Mandrake d’Or di Parigi – l’Oscar della Magia – conosciuti in patria per le numerose apparizioni televisive, da Zelig Circus al Maurizio Costanzo Show, e all’estero per la fortunata collaborazione con Arturo Brachetti nelle sue tournée europee.
Il duo infatti, diretto dal celebre attore e regista Paolo Nani, torna sulle scene con Maghi per una notte, uno spettacolo che ambisce a mischiare i linguaggi e a trascendere i confini, dove la commedia dell’arte, con i suoi temi universali, incontra la comicità visiva di stampo anglosassone.
Questa volta Luca e Tino, nelle vesti di due maschere/custodi del teatro, si vedono costretti a rimpiazzare il mago che non arriva. Sembrerebbe andare tutto storto sin dall’inizio, quando il microfono di Luca comincia a fare i capricci, mentre Tino trasforma in microfono persino le scarpe di un membro del pubblico.
Dagli oggetti del mago non c’è modo di cavare fuori una magia, anzi la magia stessa sembra rivoltarsi contro i due sciagurati protagonisti.
Riusciranno i nostri eroi a compiere la loro missione? Probabilmente no, poiché i Lucchettino non sono eroi, ma semmai clown. E come i grandi clown, tutto quello che possono fare è trasformare il fallimento in un incredibile show.
Ingrandisci
  • L.REGINA T.FIMIANI
  • ASS. CIRCO E DINTORNI
  • DELUX maghi per una notte
  • Carrello Personale

    Modifica