Info
IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO
IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

Un uomo ripercorre la sua vita e le ragioni per cui si è sempre sentito estraneo alla società. Ogni interesse, ogni impulso vitale sembra in lui ormai drammaticamente destinato a esaurirsi nel nulla, quando ecco la svolta salvifica presentarglisi in forma di sogno. La felicità sulla Terra può esistere, e cercarla non solo ha senso, ma è forse l’unica cosa che abbia senso fare.

Ora l’uomo ridicolo lo sa, il suo sogno gliel’ha mostrata, l’ha vista e toccata con mano, e ciò che si è visto c’è, non può non esserci.

Ingrandisci
  • Fedor Dostoevskij
  • Teatro Out Off
  • 5
  • IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO
  • 07/05/19 - 02/06/19
    Teatro Out Off
    Il sogno di un uomo ridicolo

    Prima Nazionale
    di Fëdor Dostoevskij
    traduzione e drammaturgia di Fausto Malcovati e Mario Sala
    regia Lorenzo Loris
    con Mario Sala

    scena Daniela Gardinazzi, costumi Nicoletta Ceccolini
    luci e fonica Luigi Chiaromonte
    consulenza musicale Ariel Bertoldo, collaborazione ai movimenti Barbara Geiger

    Interventi pittorici in locandina di Giovanni Franzi.

    Un uomo ripercorre la sua vita e le ragioni per cui si è sempre sentito estraneo alla società quando, ecco, la svolta salvifica presentarglisi in forma di sogno. Ora l’uomo ridicolo lo sa:  la felicità sulla Terra può esistere, e cercarla non solo ha senso, ma è forse l’unica cosa che abbia senso fare. 

    Carrello Personale

    Modifica