Info
STORIA DI ZHANG

Teatro Out Off in collaborazione con Centro Teatro Attivo. Creating Bridges 2020

Prima nazionale

STORIA DI ZHANG

Di Tullio Moreschi
Premio Vallecorsi. Menzione speciale
Regia, scene e costumi Mattia Sebastian
Con Ginevra Masini, Sara Fiandaca, Giovanni Moreddu, Maya Castellini, Alessandro Conversano , Nicola Soldani, Stefano D’Ippolito

 

Ingrandisci
  • Tullio Moreschi
  • Teatro Out Off
  • 5
  • STORIA DI ZHANG
  • Anni fa nel quartiere degli artisti a Pechino avvenne la silenziosa protesta di un uomo che manifestava contro il caro affitti che obbligava gli artisti ad abbandonare le loro case.

    Una ragazza commentò: “La Cina è piena di proteste come questa, ma non interessano a nessuno”.

    L’idea di costruire un testo teatrale sulla indifferenza portò alla stesura di “Storia di Zhang”

    Zhang Huan è uno dei maggiori artisti cinesi contemporanei. Parte della sua poliedrica attività artistica (è pittore, scultore, fotografo e performer) si esprime attraverso la costruzione di immagini create usando cenere che viene dagli incensi bruciati nei monasteri tibetani.

    Così Zhang diventa l’interprete principale e Huan l’amico con il quale condivide la vita e le sue difficoltà.

    La storia raccontata potrebbe svolgersi in una città qualsiasi ed è nella sua improbabilità talmente possibile che un episodio simile si è effettivamente registrato a Napoli alcuni anni or sono laddove un’infermiera morì di inedia nel corso di una protesta a sostegno del miglioramento delle condizioni di lavoro tra l’indifferenza dei colleghi ed un fugace interesse dei media.

    Carrello Personale

    Modifica