DUE - TRITTICO COREOGRAFICO

Denny Lodi e Vito Coppola

in
DUE
Trittico Coreografico


Primo Quadro
Haydn’s Simphony
musica di Franz Joseph Haydn
Collage sinfonico nel quale musica e danza insieme percorrono un viaggio in un mondo in cui visione e realtà non pongono limiti.
In un’ambientazione neutra, attraverso una serie di assoli, duetti e passi a due appena accennati, i ballerini percorrono una linea di emozioni che variano dal tenero allo scherzoso, dal tecnico all’essenziale. Un balletto in cui sensibilità
classica e moderna si fondono creando splendidi movimenti che fungono da contrappunto alla musica di Haydn.


Secondo Quadro
Mina Fossati
musica di Ivano Fossati
Quattro poesie del maestro Fossati prendono vita nelle orecchie di chi le ascolta e negli occhi di chi le guarda. Il lavoro proiettato gioca un ruolo fondamentale in questo quadro, in quanto i danzatori interagiranno con esso creando una
connessione tra conscio ed inconscio non solo verso se stessi, ma anche di uno nei confronti dell’altro.


Terzo Quadro
DUE
musica di Ryuichi Sakamoto
“Due” può anche essere considerato un numero ambivalente: nella sua funzione positiva cerca di riconciliare gli opposti per ritornare all’unione, o negativa se porta alla rottura dell’unità con la netta divisione dei contrari. Esso ci porta
all’interno di una differenziazione su un conflitto binario che comporta esclusione e spaccatura: vero o falso, bianco o nero.
A volte non si ha il coraggio di mostrare se stessi al mondo. A volte si ha bisogno di qualcuno che ci aiuti a trovare la forza di mostrarci per ciò che siamo, di mettere a nudo le nostri emozioni, di essere messi alla prova. Noi lo
facciamo attraverso un principio duale che indica sia il contrasto, la polarità, sia il tentativo di conciliazione.

Se possiedi un codice promozionale, inseriscilo qui sotto:

Quando e Dove

Teatro San Domenico
Disponibilità Biglietti: MEDIA
sabato, 17 ottobre
21:00

Info

  • Denny Lodi e Vito Coppola
  • DUE - TRITTICO COREOGRAFICO